Apertura Scuole, Amministrazione Tondinelli gravemente insufficiente!

Apprendiamo con stupore l’ennesima inversione a U dell’Amministrazione Tondinelli sull’inizio dell’anno scolastico.

In una settimana il Sindaco ha prima richiesto di spostare in avanti l’inizio delle lezioni a dopo il referendum, poi ha annunciato con toni trionfalistici, che lo contraddistinguono da 4 anni, il “suono della campanella” il 14 Settembre.

E infine, è di poco fa la notizia dello slittamento dell’apertura dell’anno scolastico al 24 Settembre.

Non vogliamo entrare nel merito delle ragioni che hanno portato a questa decisione: ci limitiamo a dire che il continuo cambio di posizione di un’Amministrazione altro non fa che rendere di difficile gestione per le famiglie questo periodo dell’anno.

Qualcuno ha pensato ai genitori che si sono organizzati sapendo che i figli sarebbero tornati a scuola da Lunedi?

Perché il Sindaco non si è sincerato della situazione dell’organico delle scuole prima di fare annunci propagandistici?

I genitori, le famiglie e gli studenti sono stati consultati, in questi mesi, sulla ripartenza dell’anno scolastico?

A Giugno, dopo una riunione del nostro Tavolo sulla scuola, avevamo lanciato l’allarme.

Perché nessuno si è preoccupato di coinvolgere la cittadinanza nelle decisioni da prendere?

Il rientro a Scuola quest’anno è complicato in tutta Italia, ma perché negli altri Comuni non si è assistito a questo balletto di dichiarazioni?

Sembra che l’interesse del Sindaco sia rivolto esclusivamente a dare la responsabilità di ciò che accade ad altri, siano essi Presidenti di Regione, Dirigenti Scolastici, Ministri o Presidenti del Consiglio.

Poi però, le Scuole che dipendono dal Comune aprono il 24, quelle dipendenti dalla Città Metropolitana (scuole superiori), il 14.

C’è qualcosa che non torna!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.